Bio Week

Rimedi naturali per la tiroide

ottobre 5th, 2015  |  Published in Rimedi naturali

Se dopo aver finito una dieta importante, decidete di seguire un buon trattamento fitoterapico per la stimolazione della tiroide, è sempre il caso di non esagerare sia con le dosi che con la durata della cura: la tiroide, non a caso, è una ghiandola estremamente sensibili che bisogna evitare di sollecitare troppo. Le terapie a base di integratori, solitamente suggerite dagli esperti, di fatto, durano solitamente non più di un mese. In base al tuo sintomo prevalente puoi scegliere l’integratore che più si addice al tuo caso. Assumerlo per tutto l’inverno è importante, come è importante verificare come reagisce il nostro organismi. Solitamente i primi risultati si notano già a distanza di una settimana. In caso dovessero però insorgere sintomi come nausea, tachicardie e aritmie in genere, mancamenti e uno stato di agitazione generale, smetti subito di assumere il trattamento. Ovviamente bisogna assumere un solo tipo di prodotto per volta. Sono gli estratti, infatti, che stimolano l’attività endocrina, con effetti positivi sia su peristalsi, che sul sangue e le difese immunitarie. Contro la fame e lo stress da lavoro, invece, è estremamente consigliata la melissa. Si tratta di una pianta aromatica con un leggerissimo profumo di limone ricca di una carica importante di oli essenziali e acidi organici che possiedono un’importante azione riequilibrante per l’organismo. Ha un’azione antiinfiammatoria utilissima all’organismo ed è indicata quando, soprattutto nei periodi di maggiore stress, la tiroide tende a lavorare in modo non armonico, favorendo la stanchezza generale dell’organismo, un’inspiegabile fame nervosa e una pessima digestione. Per risolvere il problema mettete in infusione un cucchiaio di sole foglie di melissa in una tazza di acqua calda, attendete 10 minuti, filtratela e poi assumetela per 2 volte al giorno, magari dolcificando il tutto con un cucchiaino di miele o di sciroppo d’acero. Se preferite, si può bere qualche goccia di tintura madre di melina prima dei pasti, l’importante è non superare il mese di trattamento.

Your Comments